Monti Semprevisa e Capreo

 

Semprevisa

 

Il Monte Semprevisa si può salire da almeno tre versanti. Quelli più usuali sono da Carpineto Romano (Roma). Ma si può salire anche da Roccagorga o da Bassiano.

La camminata, data la non elevata altezza del monte (1536 metri), anche se il più alto dei Monti Lepini, è consigliato realizzarla d'iinverno con le ciaspole, oppure non in piena estate a causa del caldo.

La vista dalla cima è notevole. Nei giorni più limpidi si possono vedere il Circeo e l'isola di Ponza, nonché tutta la piana di Latina. Verso nord si vedono in lontananza gli Ernici e i primi monti del Parco Nazionale d'Abruzzo.

Da Carpineto Romano si sale verso il monte con una comoda strada asfaltata che giunge a un parcheggio. Da qui si può salire direttamente verso il Semprevisa incunendosi in una bella valle, in mezzo ai boschi, giungendo a una sella che separa il Semprevisa dal Capreo, questo è raggiungibile in circa mezz'ora da questa sella. I sentieri sono segnati e non si corre il rischio di perderli. Dalla sella si fa un piccolo traverso in saliscendi verso sinistra e si raggiunge un'altra sella (qui giunge il sentiero che sale da Bassiano). Seguendo la cresta di sinistra si giunge in vetta.

Dalla vetta si può scendere per compiere un anello veso sud-est (sentiero segnato) e seguendo anche qui la cresta in mezzo al bosco si giunge alla bocca di un inghiottitoio. Seguendo la cresta verso destra o scendendo direttamente nella valle che si apre sotto, si arriva al sentiero che porta verso la macchina. Può sembrare che si porti troppo avanti e fuori strada, ma deve aggirare alcuni tratti scoscesi del pendio e sbuca su un tornante (verso destra nel verso della salita) di una sterrata che facilmente riporta al parcheggio che si vede in mezzo alla valle sottostante.

{gallery}gallerie/Semprevisa{/gallery}